I.T.S.E. - Turismo

ISTITUTO TECNICO SETTORE ECONOMICO - TURISMO

L’indirizzo Turismo, rappresenta lo sviluppo della riforma dell’Istituto Tecnico per il Turismo (perito Turistico). Ciò in risposta ai profondi cambiamenti della realtà economico-sociale e alle mutate esigenze del mondo del lavoro.
 

PROFILO

Il percorso di studi che conduce al diploma di tecnico del Turismo consente allo studente di costruirsi un insieme di competenze che possono essere utili sia nella prosecuzione degli studi soprattutto nel settore del management del turismo (con particolare riferimento alle Facoltà di Scienze del Turismo dell’Università La Sapienza di Roma e dell’Università Tor Vergata), sia nell’inserimento lavorativo in aziende del settore, indirizzando il percorso all’analisi dell’offerta turistica di Roma e del Lazio.
 
Il territorio romano, infatti, in virtù del proprio patrimonio artistico e culturale, tra i più importanti al mondo, richiede sempre più numerose figure professionali per imprese e istituzioni, anche di natura religiosa, operanti a diversi livelli nel sistema turistico nazionale ed internazionale, in relazione alla sempre più consistente domanda di risorse con competenze specifiche.
L’esigenza di mettere in rete le realtà e le risorse turistiche esistenti, di consolidare la filiera turistica, di promuovere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale e di innovare il prodotto turistico esistente richiedono l’attivazione di percorsi di studio specifici a partire dalla scuola secondaria, con la formazione di figure tecniche specializzate.
 
Il Diplomato nell’indirizzo Turismo è in grado di:

  • Intervenire nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico ed ambientale.
  • Integrare le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa turistica inserita nel contesto internazionale.
  • Gestire servizi e/o prodotti turistici con particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico, artistico, culturale, artigianale, enogastronomico del territorio.
  • collaborare a definire con i soggetti pubblici e privati l’immagine turistica del territorio e i piani di qualificazione per lo sviluppo dell’offerta integrata;
  • Utilizzare i sistemi informativi, disponibili a livello nazionale e internazionale, per proporre servizi turistici anche innovativi.
  • Promuovere il turismo integrato avvalendosi delle tecniche di comunicazione multimediale.
  • Intervenire nella gestione aziendale per gli aspetti organizzativi, amministrativi, contabili e commerciali.
  • Diploma di Perito Turistico

L’apprendimento delle lingue
 
Il corso di studi prevede un’intensa attività didattica per l’apprendimento, oltre all’inglese, anche dello spagnolo e del francese. L’insegnamento/apprendimento delle lingue avrà come parametri di riferimento i livelli B2 per l’inglese e lo spagnolo, e B1 per il francese o il tedesco, del Quadro di riferimento europeo delle lingue. A tale scopo verranno introdotte pratiche didattiche laboratoriali e interattive e verranno promossi progetti di insegnamento veicolare di discipline non linguistiche in una lingua comunitaria (CLIL), e iniziative di scambio e mobilità di alunni e insegnanti. Tale variegata progettualità sarà rivolta a favorire l’apprendimento autentico delle lingue, l’utilizzo delle stesse in diverse situazioni in relazione al contesto, agli interlocutori e alle intenzioni comunicative e l’eliminazione dei pregiudizi attraverso la conoscenza diretta delle altre culture e delle occasioni di apprendimento offerte dalla peculiarità del territorio.
 
Le metodologie didattiche
 
La didattica è finalizzata a valorizzare il metodo scientifico e il pensiero operativo; analizzare e risolvere problemi; educare al lavoro cooperativo per progetti; orientare a gestire processi in contesti organizzati. Le metodologie educano, inoltre, all’uso di modelli di simulazione e di linguaggi specifici, strumenti essenziali per far acquisire agli studenti i risultati di apprendimento attesi a conclusione del quinquennio.
 

ARTICOLAZIONE DEL CORSO DI STUDI

Il corso di diploma ha durata di 5 anni ed è suddiviso in un Primo biennio (comune a tutte le articolazioni), un Secondo biennio e un Quinto anno.
Nell’A.S. 2013/2014 l’indirizzo è attivo per le classi Prime, Seconde, Terze e Quarte. Gli iscritti alle classi Quinte afferiscono al vecchio ordinamento nell’indirizzo Tecnico per il Turismo.

 

Turismo – Quadro orario settimanale
Discipline
Ore settimanali
 
1° biennio
2° biennio
5°anno
Area generale
Lingua e Letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua Inglese 3 3 3 3 3
Storia 2 2 2 2 2
Matematica 4 4 3 3 3
Diritto ed economia 3 3 - - -
Scienze integrate (Sc. della Terra) 2 2 - - -
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione o attività alternative 1 1 1 1 1
Area d’indirizzo
Scienze integrate (Fisica) 2 - - - -
Scienze integrate (Chimica) - 2 - - -
Geografia 3 3 - - -
Seconda lingua comunitaria 3 3 3 3 3
Terza lingua straniera - - 3 3 3
Informatica 2 2 2 2 -
Discipline Turistiche e Aziendali - - 4 4 4
Diritto e legislazione turistica - - 3 3 3
Geografia turistica - - 2 2 2
Arte e Territorio - - 3 3 3
Totale ore settimanali 32 32 32 32 32

 

PER MAGGIORI INFO O PER UN PREVENTIVO GRATUITO SCRIVI A:

info@scuolaonline.com