Chatta su WhastApp 333 21 377 58

Fermarsi alla Laurea Triennale o proseguire gli studi?

Alcuni sostengono che fermarsi alla sola Laurea Triennale abbia poco senso perché equivarrebbe a averla. Secondo questo punto di vista bisognerebbe quindi proseguire gli studi con un percorso Magistrale biennale. Altri difendono invece una posizione opposta, per la quale i tre anni di studio e sudore sarebbero una qualifica sufficiente per l’inserimento nel mondo del lavoro. Da che parte sta la ragione? Cerchiamo di capire le ragioni dell’una e l’altra parte per tirare le somme della discussa questione.

La Laurea Triennale e Magistrale nel mondo del lavoro

La riforma dell’Università del 1999, comunemente denominata 3 + 2, ha istituito due livelli di preparazione, dando così la possibilità agli studenti di valutare dopo i primi 3 anni, se proseguire o meno gli studi con una laurea specialistica. Molti sono coloro che si fermano, ma ancora di più sono gli studenti che concludono l’intero percorso di studi. La Laurea Magistrale (inizialmente denominata solo Laurea Specialistica) costringe altresì ad un ulteriore impiego di tempo e a sostenere dei costi ovviamente aggiuntivi.

Secondo coloro che sostengono sia più che sufficiente la Laurea Triennale, la cosa non ripagherebbe in termini economici di stipendio: in sostanza il laureato triennale in fin dei conti guadagnerebbe tanto quanto un laureato quinquennale. C’è da dire che in molti casi questo può anche essere vero e che la differenza non sia poi così tanta, ma di fronte a due candidati un titolo specialistico resta comunque una discriminante non da poco. Oggi, dove il lavoro è già poco, è difficile trovare un impiego con i titoli, di conseguenza essendone privi, la situazione non può che peggiorare.

Nel mondo del lavoro in tutti i casi è ovvio che bisogna anche avere un pizzico di intraprendenza e sapersi vendere bene, indipendentemente dal tipo di laurea conseguita, ma di certo le competenze acquisite durante un biennio non sono paragonabili a quelle acquisite nella sola triennale. Le posizioni dirigenziali all’interno di aziende ed enti sono al 90% destinate a coloro che hanno una Laurea specialistica Magistrale, così anche i concorsi pubblici per le posizioni più importanti.

laurea triennale o laurea magistrale

Un punto importante: le tempistiche

Un elemento importante per l’ingresso nel mondo del lavoro è costituito dalle tempistiche: la cosa migliore per il candidato è presentarsi infatti con una laurea conseguita entro i tempi prestabiliti. Meno sono gli anni “fuori corso”, più egli viene ben visto. Per questo motivo, se lo studente trova delle difficoltà, sia per Triennale che Magistrale, sarebbe bene cercasse aiuto in un tutor universitario o che si rivolgesse a istituti (anche online) che propongano un tutor personale.

Così facendo, lo studente potrà recuperare gli anni persi e concludere gli studi in tempo o se non altro, con un numero ridotto e insignificante di anni “fuori corso”. Le scuole online, oltretutto, permettono di seguire un Corso di Laurea Magistrale secondo i propri orari, anche serali, avendo così la possibilità nel frattempo di entrare nel mondo del lavoro già dopo la Triennale.

Differenza nelle competenze

La Laurea Triennale ha come scopo fondamentale quello di creare delle conoscenze di base. Le materie affrontate sono diverse e ad ampio raggio, per avere un’infarinatura generale nel settore d’interesse. Il biennio Magistrale, al contrario, contempla di solito un numero minore di discipline, ma ognuna di esse viene ben approfondita, cosicché lo studente acquista una vera e propria competenza in materia.

Il percorso di studi del triennio inoltre è molto teorico, mentre la specializzazione affianca solitamente molte attività che coinvolgono lo studente in discussioni e presentazione di tesine. Il risultato è che il laureato Magistrale ha maggiore dimestichezza nel comunicare, ha metodo critico e capacità di analisi.

Per alcuni lavori può ufficialmente anche essere sufficiente la sola Laurea di tre anni, ma la discriminante esiste ed è reale. Per esempio nell’iscrizione ad albi professionali esistono di fatto: una Sezione A di maggior importanza, per coloro che hanno una Magistrale, e una Sezione B più limitata, per chi ha solo il triennio. Questo è un’ulteriore prova che la differenza c’è e si sente.

Nuove Scuole 2.0 è una scuola online che rappresenta l’unione di più di 30 Scuole Paritarie sparse per la Penisola, che rivolgono un offerta formativa alle persone che non hanno la possibilità di frequentare “fisicamente” un corso scolastico diurno o serale.

SCUOLA MEDIA

Per alunni con particolari problematiche di frequenza, possiblità di esami in sede per l'idoneità alla classe seconda e terza nonchè ESAMI DI TERZA MEDIA DA PRIVATISTI.
Per maggiorni informazioni CLICCA QUI

CONTATTACI

Nuove Scuole 2.0
0621129147
08118088435
0282396464
 [email protected]
scuolaonline