Chatta su WhastApp 333 21 377 58

Nuova Maturità 2019, la Prima Prova: simulazioni, tracce, strategie per affrontarla

Il 19 giugno 2019 per tutti gli studenti che ambiscono a prendere l’attestato di diploma della scuola superiore sarà il momento dell’inizio degli esami, con la Prima Prova. Come molti sanno quest’anno l’esame di Stato sarà diverso rispetto agli anni precedenti e si partirà finalmente con le novità introdotte dal Miur ancora nel 2018. La Prima Prova, insomma, non sarà com’è stata fino ad oggi a partire dalla modalità di presentazione delle tracce ai maturandi.

La Prima Prova è quella di Italiano e avrà una durata di 6 ore, quindi c’è tutto il tempo per fare un buon lavoro e rivedere con attenzione le cose prima della consegna. Questa, a proposito, non potrà avvenire prima delle 3 ore dallo scattare del “via”. Cerchiamo di capire come verranno presentate le nuove tracce e come organizzarsi al meglio per fare una buona Prima Prova di Maturità 2019.

Premesse sulla Prima Prova dell’ Esame di Maturità 2019

È bene ricordare che per la Prima Prova bisogna presentarsi senza telefonini, con l’occorrente per la scrittura (meglio avere anche una penna di riserva per evenienza) ed eventualmente solo il vocabolario di italiano sul banco, senza dimenticare il documento d’identità necessario inizialmente in fase di registrazione.

I fogli, anche di brutta copia, saranno forniti tutti dalla commissione d’esame. I banchi saranno fra loro separati e al momento opportuno ad ogni maturando verrà consegnata una busta che potrà essere aperta solo al via dato dalla commissione presente.

La grande novità di quest’anno, oltre alla modalità di presentazione delle tracce, sarà anche la votazione attribuita a questo primo step della Maturità. In particolare lo scritto avrà un valore di 20 crediti che andranno ad incidere direttamente sul voto finale di Maturità.

Prima Prova Maturità 2019: nuove tracce

I maturandi potranno prendere visione della nuova modalità di esposizione delle tracce da parte del Miur grazie alla pubblicazione dei primi esempi di simulazione. Prima di giugno sicuramente le scuole proporranno qualche prova per farsi una prima idea di come funzioni il sistema.

Per l’ Esame di Stato 2019 sono previste 7 tracce fra cui scegliere. Si tratterà di 7 opzioni che spaziano fra temi d’attualità, diritti umani e poesia. Ogni studente sa qual è il suo punto forte poiché avrà avuto modo di provare le proprie performance durante l’anno.

Le tracce che riguardano l’Analisi del testo e gli autori letterari saranno due. Il tema verterà su scrittori e poeti del Novecento dall’Unità d’Italia ad Oggi. Avremo poi 3 tracce per l’Analisi e la produzione di un Testo argomentativo e altre due tracce per sviluppare una Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su temi d’attualità (scompaiono quindi il saggio breve/articolo di giornale e il tema storico). Per queste ultime due tipologie di traccia l’argomento potrebbe spaziare dal campo artistico, letterario, filosofico, storico, scientifico, sociale, economico, tecnologico.

Strategie e metodi per affrontare la Prima Prova 2019

Ogni tipologia di traccia ovviamente richiede uno stile di scrittura differente, per questo prima di iniziare è bene sapere quale sarà lo stile da adottare.

Analisi del testo

Per l’analisi del testo ci saranno, come detto, due testi. Per affrontare questa prova si consiglia di leggere il testo una prima volta e di rileggerlo nuovamente dopo aver letto le domande che seguono, per farsi una prima idea. Fatto questo chiedetevi se sapreste già dare almeno una vaga risposta alle domande.

Le domande saranno chiuse o aperte e avranno lo scopo di capire se avete compreso il testo e se sapete farne un’analisi critica. A differenza di quello che alcuni credono, questo tipo di traccia non è la più facile perché è chiaro che è molto difficile improvvisare.

Lo studente dovrebbe quindi conoscere qualcosa di quel testo magari e soprattutto il suo autore. Nelle risposte è meglio essere chiari, senza cercare di usare paroloni di cui non si sa nemmeno bene il significato.

Testo Argomentativo

L’argomento qui potrebbe essere molto vario. Alla base dello svolgimento del tema ci sono diverse fonti ed estratti di testi da cui estrapolare le proprie valutazioni. Le diverse fonti vanno citate correttamente, siano esse favorevoli o contrarie alla vostra idea. Dopotutto una buona argomentazione prende in considerazione anche antitesi, smontandola eventualmente per sostenere la propria posizione. In questo tema si può, anzi si deve, avere una propria idea e bisogna spiegare sulla base dei testi il perché la si sostiene.

Tema di attualità

Lo sviluppo del tema in questo caso sarà sostanzialmente l’esposizione di una personale riflessione su un tema di attualità. Gli argomenti normalmente sono quelli caldi del periodo, per questo è bene iniziare ad interessarsi a quello che succede nel mondo seguendo un po’ i media e i giornali, approfondendo anche con qualche lettura extra. Qualche testo in allegato alla traccia potrebbe essere fornito e sarà un ottimo spunto per aiutarvi a sviluppare la riflessione.

Una scaletta aiuterà ad organizzare le idee e a non perdersi durante lo svolgimento della Prima Prova di Maturità. Lasciatevi lo spazio per copiare in bella il testo e ricordate che le cose scritte a matita non sono valide.

Nuove Scuole 2.0 è una scuola online che rappresenta l’unione di più di 30 Scuole Paritarie sparse per la Penisola, che rivolgono un offerta formativa alle persone che non hanno la possibilità di frequentare “fisicamente” un corso scolastico diurno o serale.

SCUOLA MEDIA

Per alunni con particolari problematiche di frequenza, possiblità di esami in sede per l'idoneità alla classe seconda e terza nonchè ESAMI DI TERZA MEDIA DA PRIVATISTI.
Per maggiorni informazioni CLICCA QUI

CONTATTACI

Nuove Scuole 2.0
0621129147
08118088435
0282396464
 [email protected]
scuolaonline