Test-dingresso-università

Test d’ingresso università non superato? Ecco tutte le soluzioni possibili

Ormai manca sempre meno: tra pochi giorni tutti i diplomati che intendono iscriversi ad un’università a numero chiuso dovranno sostenere il tanto temuto test d’ingresso. Le facoltà che prevedono questa prima scrematura sono diverse: da quelle di medicina, veterinaria e professioni sanitarie a quelle di architettura, psicologia e scienze della formazione primaria. Dover sostenere un test per essere ammessi all’unversità è per molti ragazzi davvero snervante, anche perchè in caso di bocciatura si ha pochissimo tempo per trovare una soluzione alternativa. Purtroppo i test d’ingresso università, se non vengono superati, spingono molti diplomati a prendersi un anno sabbatico e di fatto a perdere un anno del loro tempo prezioso. Le soluzioni per proseguire gli studi però sono diverse e non è detto che si debba per forze di cose cambiare università.

Test d’ingresso università: cosa fare se non si supera

Vediamo quali sono le possibili alternative che si prospettano davanti ad ogni studente che non dovesse superare il test d’ingresso per l’università che aveva scelto.

Iscriversi ad un’università online

La soluzione migliore per chi non intende abbandonare il proprio sogno e vuole quindi proseguire per la strada che si era prefissato è quella di iscriversi ad un’università online. Come abbiamo già visto infatti, le facoltà online non prevedono alcun tipo di test d’ingresso. Al contrario, ci si può iscrivere liberamente senza essere costretti a sostenere prove o esami di ammissione. Il fatto che alcune università prevedano i test d’ingresso dipende dalle loro risorse che sono limitate: le aule ed i docenti non sono sufficienti per soddisfare la richiesta che ci sarebbe. Per questo vengono somministrati dei test d’ammissione, in modo da scremare il numero degli iscritti e garantire un posto solo ai più meritevoli. Con le università online tutti questi problemi non esistono e di conseguenza non sono previsti test d’ingresso.

Test-dingresso-università

Iscriversi ad una facoltà alternativa

Alcuni studenti scelgono di iscriversi ad un’università alternativa qualora non superassero il test d’ingresso ma questa non è mai la soluzione migliore e si rivela spesso una decisione sbagliata. Effettivamente, si tratta di un vero e proprio ripiego e raramente il percorso di studi intrapreso presso la facoltà scelta come alternativa viene portato a termine. In alcuni casi tuttavia potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata e parliamo delle situazioni in cui ci si iscrive ad un corso per così dire parallelo. Ad esempio, se non si passa il test d’ingresso università di medicina ci si può iscrivere a professioni sanitarie in modo da poter ritentare l’anno successivo e avere dei crediti utili.

Test-dingresso-università

Prendere un anno sabbatico

Come abbiamo accennato, alcuni ragazzi decidono di prendersi un anno sabbatico. Anche questa però non è sempre una decisione vincente, perchè ormai si sa, quando si smette di studiare è sempre difficile ricominciare. Se quindi si rimane per un anno intero senza fare nulla si perde l’abitudine ma anche la metodologia appresa durante la scuola e si rischia di trovarsi in grandi difficoltà nel ricominciare ad aprire i libri l’anno successivo. Vale quindi la pena riflettere bene prima di optare per l’anno sabbatico.