Sport o scuola? Gestire il doppio impegno per un atleta è possibile, ecco come

Anche se l’antico motto latino dice che una mente sana è in un corpo sano, se pensiamo a questa frase riconducendola ad oggi non sembra che il binomio sia facilmente realizzabile. I giovani atleti italiani, infatti, prima o poi sembrano ritrovarsi a dover scegliere, rinunciando o alla propria carriera sportiva o alla preparazione scolastica.

Il risultato? Chi ce la fa, si ritrova “campione” ma con una preparazione culturale pari a zero; chi non ce la fa, dopo aver investito tempo e fatica a specializzarsi per uno sport, si ritrova culturalmente impreparato a poter sfondare professionalmente. Questa è ovviamente la situazione peggiore: dedicarsi anima e corpo ad uno sport e ritrovarsi a dover mollare, senza avere nemmeno gli strumenti per poter cercare un buon lavoro è avvilente. Eppure può accadere per via di un infortunio o anche molto semplicemente per il fatto che si è bravi, ma non bravi abbastanza per poter fare dell’attività sportiva un lavoro remunerativo.

Ecco che quindi si è con gli anni creata una distinzione: ci sono quelli che studiano e ci sono i giovani atleti. Un vero peccato.

Seguire entrambe le carriere sarebbe possibile, ma solo se si tiene conto che si ha a che fare con atleti e non con uno studente “normale”. Con questo non si intende dire che debbano “averla più facile”, ma semplicemente che ci sia la necessità di avere una maggiore elasticità per quanto riguarda gli orari delle lezioni e gli appuntamenti per le verifiche. La soluzione per farlo è trovare una scuola diversa, forse più simile al modello americano dove lo sport è scolastico e non qualcosa di extrascolastico, o dove comunque sia la scuola ad adattarsi alle esigenze dello studente e non viceversa.

Il liceo sportivo: perfetto per gli atleti, ma non solo

Sportivi e atleti di grido come la promessa del nuoto Simona Quadarella; il portiere juventino Emil Audero, il giocatore dell’Udinese Simone Scuffet e tanti altri sono riusciti a far coincidere gli allenamenti con la preparazione per ottenere il diploma di liceo. Si tratta di casi che hanno fatto clamore, però, e sono stati bravissimi, è indubbio. Questo però dovrebbe essere la normalità per chi vuole studiare e coltivare le proprie capacità sportive. Le soluzioni fortunatamente oggi ci sono e si tratta di un grande passo avanti rispetto al passato.

Quali? Si tratta di due opportunità (o potremmo dire tre, se la terza è l’unione delle prime due) che in tanti in passato non hanno avuto, ma che oggi sono una realtà che si sta diffondendo e che funziona. Parliamo della scuola online e del liceo sportivo.

Grazie al liceo sportivo, non solo si può approfondire l’argomento sport anche sotto il punto di vista culturale nelle diverse discipline scolastiche, ma anche trovare un po’ di tempo per gli allenamenti. Orari e date delle prove di verifica sono elastici per coincidere con le carriere dei ragazzi senza far fare loro i salti mortali.

Grazie alla scuola online (licei, istituti tecnici, istituti professionali) le cose sono ancora più facili: è possibile seguire le lezioni, prepararsi e sostenere gli esami di fine anno in base ai propri tempi e alle proprie esigenze, quindi facendo convivere la carriera sportiva alla propria formazione.

C’è una terza soluzione, che è forse ancora migliore: quella di fare il Liceo Sportivo online!

Il Liceo Sportivo online tiene già di suo in considerazione diverse ore da dedicare all’attività fisica e per questo è un tipo di formazione ideale per l’atleta. Le materie scolastiche (come anticipato) sono le classiche che troviamo negli altri licei, ma le tematiche specifiche (dove possibile ovviamente) sono a tema sport. Si conoscerà la storia dello sport, le storie degli atleti che hanno lasciato il segno, le regole degli sport, l’economia legata al mondo dello sport etc.

liceo sportivo online

Continuare gli studi dopo il liceo è possibile

Qualche atleta famoso che è noto anche per aver conseguito una laurea c’è, come negli ultimi anni l’oro olimpico di scherma Daniele Garozzo che è riuscito a far coincidere gli studi in medicina con gli allenamenti. Faticoso? Pare proprio di sì, ma è la prova lampante che se si desidera tanto una cosa e si è disposti a fare qualche rinuncia, tutto si può fare.

Anche per conseguire la laurea è possibile rivolgersi alle scuole online che permettono di studiare e seguire le lezioni quando si è più comodi, senza dover per forza andare presso un istituto fisico. Grazie ad una scuola che rispecchia le proprie esigenze e i propri tempi, anche gli atleti possono far conciliare la loro preparazione sportiva con una formazione ad alto livello. I titoli conseguiti via web (dopo aver sostenuto gli esami personalmente) sono validi a tutti gli effetti e riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione: laureati e atleti di grido? Oggi è una realtà finalmente e nemmeno troppo impossibile da realizzare.

P.IVA 08722491217