didattica online

Didattica online: come funziona e come sta andando?

Questa primavera ha riservato brutte sorprese agli studenti di tutta Italia. Nessuno, infatti, poteva aspettarsi di essere chiuso a casa per via di un’emergenza sanitaria come il Coronavirus. Nessuno né tantomeno la Scuola che, infatti, si è ritrovata in una condizione di emergenza simile del tutto impreparata.

La risposta della scuola agli studenti è stata la didattica online, ma, come sappiamo bene oggi, non si tratta di qualcosa sempre di adeguato, anzi, molto spesso sono più i lati negativi rispetto a quelli positivi. Cerchiamo di capire meglio quali sono i problemi di questo sistema e come li si potrebbe potenzialmente risolvere.

Quali sono le problematiche che stanno trovando studenti

Anche nell’era del digitale, per quanto potrebbe sembrare incredibile, le difficoltà che troviamo nell’utilizzo di Internet e dei sistemi ad esso correlati sono diversi. La percentuale delle famiglie nelle quali non c’è una connessione Internet adeguata o non vi sono strumenti per accedere alla didattica online è più elevata di quanto si pensi. Ecco che quindi una fetta pari circa al 20% dei ragazzi si ritrova tagliata fuori dalla formazione, con ovvi problemi di disuguaglianze all’interno della scuola.

Oltre a questo, specie per i ragazzi più giovani, è indispensabile vi siano una presenza ed un controllo costanti per far sì che non perdano l’interesse, specie a casa dove vi sono di certo intrattenimenti diversi. Non tutti i genitori, però, riescono a dedicare sufficiente tempo per questo: c’è infatti ancora chi lavora, anche da casa, o chi comunque non si sente adeguato a farlo.

Dall’altro lato della rete, ad essere impreparati sono anche tantissimi docenti più o meno giovani e “tecnologici” che si sono ritrovati catapultati in un tipo di insegnamento del tutto nuovo per il quale non erano pronti. La conseguenza è che in molti casi ci si limita sostanzialmente a fingere una lezione in aula davanti ad una webcam, quando fare didattica online richiede elementi un po’ differenti.

Dulcis in fundo, c’è anche il problema vero e proprio dei sistemi della didattica via web. Anche se i sistemi e le piattaforme moderne ci sono, la scuola online se ne serve costantemente infatti, la scuola pubblica non era preparata. Ecco che quindi ci sono istituti che si sono dovuti accontentare dell’audio dato solo agli insegnanti, di non poter interagire con il docente o ad altre piccole pecche che, tuttavia, potrebbero fare la differenza. Si tratta quindi di una non adeguatezza sotto il punto di vista tecnologico alla quale far fronte non è facile se non in qualche mese.

Come funziona la didattica online?

Per fare didattica via web il sistema italiano conta su applicazioni che permettono la videoconferenza, anche con centinaia di persone connesse, come Hangouts Meet o Classroom. Sempre tramite questi sistemi si distribuiscono i compiti e si fanno test e si ricevono le risposte. Tramite il web, con le webcam, è possibile interrogare gli studenti, sperando ovviamente che genitori o dispositivi di ricerca non siano appena fuori dalla visuale del professore.

Il sistema di fatto lo si sta usando un po’ obbligati, ma è chiaro che tanti non lo sceglierebbero un’altra volta. Non tanto perché non sia efficace, ma perché essendo il sistema obsoleto gli studenti e anche gli insegnanti stanno perdendo davvero moltissimo tempo prezioso. Tempo durante il quale alla fine gli studenti si distraggono, perdendo l’interesse per la scuola e lo studio.

La scuola online: un esempio di didattica online di successo

A chi studia in una scuola online questi problemi potrebbero sembrare inverosimili, abituato ad una didattica online che invece funziona molto bene. Il sistema, infatti, è davvero molto innovativo e valido, ma è chiaro che ha bisogno di base di una buona organizzazione e la scuola pubblica non ha avuto il tempo (o gli strumenti) per farlo.

Gli studenti della scuola online tramite la piattaforma di e-learning possono non solo seguire le lezioni e interagire con docenti ed insegnanti, ma anche scaricarsi materiale didattico, compiti di verifica delle competenze, simulazioni di prove d’esame e video pratici per i laboratori.

Essi possono quindi studiare online in modo efficace senza problemi di alcun tipo. Il sistema funziona talmente bene, tra l’altro, che la preparazione è molto più efficiente e di conseguenza più rapida. Non a caso il diploma online lo si può prendere anche in meno anni rispetto alla durata standard.