Sogni di fare il fotografo professionista? Scegli il liceo artistico

Se sei un grande appassionato di fotografia e devi scegliere quale strada intraprendere dopo la terza media, allora potresti pensare di scegliere di fare il liceo artistico. Questo indirizzo, ancora troppo spesso sottovalutato o non compreso, ha in realtà una moltitudine di sfumature e per questo può aprire molte strade. Quando parliamo di arte, infatti, non dobbiamo limitarci a pensare a quadri e sculture, perché nell’era moderna anche l’arte grafica, multimediale e la fotografia sono sicuramente campi in cui uno spirito artistico può sfondare. Coltivare la propria vena artistica sin dal liceo è sicuramente il modo giusto per poter poi diventare un professionista e non solo uno di quelli che sa il fatto suo, ma uno di quelli che ha spirito d’iniziativa e può contribuire con del proprio.

Il liceo artistico

Il liceo artistico offre oggi diversi indirizzi di studio: alcuni più classici ed altri più moderni ed innovativi. Scegliendo un percorso di questo tipo lo studente avrà l’opportunità di acquisire padronanza dei linguaggi grafici, maturare una propria prospettiva estetica e una propria tecnica, vedendo nel mondo che lo circonda sempre il bello che ai normali occhi passa inosservato. Tutto questo, ovviamente, senza rinunciare ad apprendere nozioni di cultura generale che possono dare allo studente l’opportunità di intraprendere dopo il diploma anche altre strade nel mondo del lavoro o una carriera universitaria. Il liceo artistico non è certo un indirizzo di liceo che si trova oggi in tutte le città, ma il problema oggi è comunque superato grazie alla diffusione dei licei online: comodamente da casa propria, insomma, è possibile fare il liceo artistico via web, evitando anche così il problema delle classi pollaio o inutili perdite di tempo che, si sa, ci sono troppo spesso nelle scuole superiori nella formula classica.

Tante tipologie di fotografo

Fare il fotografo per professione vuol dire anche fare il fotografo per passione, per questo la prima cosa da fare, al di là del percorso di studi, è procurarsi una buona macchina fotografica da portare sempre con sé per poterla sfoderare non appena si vede qualcosa di interessante. Le cose degne di nota, più bizzarre e sorprendenti, infatti, capitano sempre all’improvviso quando meno ci si aspetta. Ci sono ovviamente tanti tipi di fotografo, perché ci sono molte cose che si possono fotografare.

C’è il fotografo reporter, il fotografo di paesaggi, quello che segue gli animali, il fotografo che lavora negli eventi e ne matrimoni, il cosiddetto “paparazzo”, chi si occupa di foto artistiche… insomma il campo è molto ampio e variegato. Al liceo si seguono percorsi generali che consentono di sviluppare l’occhio critico sull’estetica, di fare la migliore inquadratura, di capire cose come la profondità del campo, lo studio della luce, l’esposizione, la composizione, starà poi allo studente approfondire eventualmente sfumature particolari, facendo corsi post diploma o proseguendo studi più approfonditi all’università. La scuola superiore, diciamo, aiuta a sviluppare il senso artistico, è il primo passo per chi intende specializzarsi, ma dipende dallo studente poi la scelta della strada da percorrere.

P.IVA 08722491217