Maturità 2022: quando sarà e come funzionerà

Dopo aver approvato il calendario scolastico per l’anno 2021-2022, sono state rese note alcune informazioni riguardanti l’Esame di Stato che i ragazzi che hanno ora cominciato il quinto anno dovranno affrontare. Le incertezze ovviamente sono molte, poiché la Maturità negli ultimi anni non si è certo svolta in condizioni “normali”.

Ogni indicazione data, ancora oggi, deve essere presa con le cosiddette “pinze” perché ancora non si esclude che il covid non riservi qualche amara sorpresa. Sia la maturità 2020 che la maturità 2021 sono state fatte in una versione “light” solo orale, per limitare l’assembramento dei ragazzi nelle aule. La maturità 2022, per quanto si è deciso per ora (anche se Patrizio Bianchi, l’attuale Ministro dell’Istruzione, ha già sottolineato che è una decisione che potrebbe mutare nel corso dei mesi), tornerà ad essere quella classica con due scritti ed una prova da sostenere oralmente.

Il MIUR ha comunicato che il via all’Esame di Maturità 2022 sarà in tutta probabilità mercoledì 22 giugno alle 8:30, mentre la seconda prova si terrà il giorno dopo, cioè giovedì 23 giugno.

Come si struttura quindi la Maturità 2022?

Attualmente l’esame di stato standard (salvo imprevisti del caso com’è stato) prevede due prove scritte ed una prova orale. La prima prova è un test d’italiano ed è uguale per tutti gli istituti dello Stivale da Nord a Sud. Diverse tipologie di tema consentono allo studente di optare per la formula che meglio gli riesce fra l’analisi del testo, il testo argomentativo (con tre tracce proposte da scegliersi fra artistico, letterario, filosofico, storico, economico, sociale, tecnologico o scientifico), il testo di attualità.

La seconda prova è un test multidisciplinare che verte sulle materie caratterizzanti l’indirizzo di studio (due o più). Quali saranno queste materie di fatto non si sa ancora, visto che ogni anno queste vengono decise all’inizio dell’anno solare in cui si tiene l’esame. Nello specifico, quindi, si sapranno verso la fine di gennaio 2022 o anche dopo se fossero applicati dei cambiamenti sull’organizzazione della Maturità 2022.

L’orale dell’Esame di Stato 2022

Terminate le due prove scritte, i maturandi dovranno sostenere la prova orale di fronte alla commissione. La prima domanda verterà su uno degli argomenti presenti nella lista proposta dalla commissione (di cui lo studente è a conoscenza già prima dell’esame). Si procede poi con l’esposizione dell’esperienza di alternanza scuola lavoro e si chiude infine con le domande di Cittadinanza e Costituzione. La commissione potrà fare delle domande sulle prove scritte.

Altri dettagli sull’esame di maturità 2022

Nella formula standard, come dovrebbe essere quest’anno accademico, gli studenti potranno avere accesso all’esame di stato dal momento che hanno: la sufficienza in tutte le materie (salvo delibera motivata da parte della commissione), un voto in condotta almeno sufficiente, un congruo numero di assenze (non oltre il quarto rispetto al monte ore), svolto e completato le ore di alternanza scuola lavoro e, infine, che hanno sostenuto le prove Invalsi 2022. Queste, a proposito, si dovranno sostenere approssimativamente nel mese di marzo 2022.

P.IVA 08722491217